title image

Edizione 2016

Seconda Edizione

Maggio 2016

La seconda edizione de La Settimanale di fotografia vedrà cinque incontri a Palazzo Ducale con cinque grandi fotografi di generi diversi. Quest’anno il programma sarà un po’ più ampio rispetto all’anno scorso. In vari luoghi della città, infatti, si potranno visitare mostre, assistere a proiezioni di documentari fotografici e partecipare ad alcuni workshop tenuti dai fotografi protagonisti di alcuni degli incontri.

Gli ospito della seconda edizione saranno:

Guido Harari – ritrattista di fama mondiale, noto per i suoi lavori nel campo della musica e noto a Genova per essere stato, per molti anni, il fotografo ufficiale di Fabrizio De Andrè.

Giovanni Troilo – fotografo e Direttore della fotografia, ha vinto tra i più importanti premi nazionali e internazionali relativi al fotogiornalismo.

Anna Di Prospero – una giovanissima di grande talento, nota per i suoi autoritratti in contesti urbani molto particolari, ha vinto numerosi premi ed ha esposto in varie parti del mondo tra cui al Roma, New York e Londra.

Luca Locatelli – fotoreporter di grande talento, con una grande passione per il reportage, ha vinto importanti premi, i suoi lavori sono stati pubblicati sulle più importanti riviste di informazione.

Giovanni Gastel – fotografo di moda, lavora in questo settore da molti anni ed è sicuramente uno tra i fotografi più influenti di questo genere.

i nostri Protagonisti

Guido Harari

Fotografo di fama internazionale e noto critico musicale,  conosciuto soprattutto per i suoi ritratti ai più grandi musicisti del mondo, fa parte dell’agenzia CONTRASTO.

Oltre ad aver immortalato mostri sacri della storia della musica come Paul Mc Cartney, Lou Reed, Vasco Rossi, Harari è stato uno dei fotografi personali di Fabrizio De Andrè, con una collaborazione ventennale che include la copertina del disco In Concerto, tratto dalla leggendaria tournée dell’artista genovese con la PFM nel 1979.

La figura del photoeditor,  svolge un ruolo fondamentale nel percorso di un fotografo: la costruzione di una buona scansione narrativa richiede una serie di scelte da cui dipendono l’efficacia comunicativa ed emotiva di un portfolio, di un servizio editoriale e di qualsiasi corpus fotografico.

Per questo il photoeditor è definito come “un professionista della fotografia che non fa foto ed un giornalista che non scrive”.

L’appuntamento è mercoledì 20 maggio, alle 19, nella Sala Munizioniere di Palazzo Ducale.

www.lasettimanale.com

Giovanni Troilo

Giovane talento del fotogiornalismo italiano lavora per l’agenzia Luz.

Fotografo e direttore della fotografia si muove tra il mondo del cinema della televisione e del reportage fotografico.

I suoi lavori sono stati pubblicati sui magazine più importanti di tutto il mondo.

Anna Di Prospero

Giovanissima fotografa nota per i suoi sofisticati ed eleganti autoritratti inseriti in contesti urbani ed architettonici è ritenuta tra le più interessanti figure del panorama internazionale della sua generazione. La fotografa di Latina ha vinto numerosi premi ed ha già esposto nelle più importanti città del mondo.

Renata Ferri

Giornalista, photoeditor di “Io Donna”e di “Amica”, insegna, scrive, cura progetti editoriali ed espositivi di singoli autori e collettivi. Ha diretto la produzione fotografica di Contrasto ed è membro di numerose giurie di premi fotografici italiani ed internazionali. Ha un blog dedicato a storie fotografiche su “Il Post”

Alessandro Penso

Giovane fotoreporter  conosciuto nel mondo del fotogiornalismo per il suo progetto a lungo termine sul tema dell’immigrazione, eletto dal TIME come “progetto fotografico dell’anno”.  Molto particolare e umano il suo approccio al reportage: “La fotografia è un po’ come una pistola, non è buona ne cattiva di per sé, dipende dall’uso che se ne fa”.